giovedì 28 marzo 2013

giovedì 14 marzo 2013

Terra Nova n° 1 gennaio - febbraio 2013



Pubblichiamo il n° 1 gennaio - febbraio 2013 del nostro giornale cartaceo.
Cliccate sulle immagini in alto per ingrandirle. Buona lettura.
La Redazione

martedì 12 marzo 2013

LA GIUNTA COMUNALE DI CALTAVUTURO SI RIDUCE DEL 20% L’INDENNITA’

La giunta comunale di Caltavuturo, guidata dal Sindaco Calogero Lanza (nella foto), nell’ultimo Consiglio Comunale ha approvato, all'unanimità, la riduzione del 20% delle indennità degli amministratori a partire dal mese di marzo.
Il risparmio sarà di circa 10.000 € annui da destinare ad attività sociali e d'inserimento lavorativo e per creare servizi alla cittadinanza, senza influire sul bilancio comunale.
Da sottolineare che un’altra percentuale di riduzione è dovuta anche a chi tra gli amministratori ha un lavoro stabile.
Segni positivi in linea con la drammatica situazione venutasi a creare con la crisi economica che attanaglia l’Italia intera.
Salvatore Sciortino

CALCIO PER CALTAVUTURO CONQUISTA UN PUNTO SALVEZZA CONTRO IL CERDA

CALCIO PER CALTAVUTURO 0 - CERDA 0
Arriva finalmente tra le mura amica di C.da Serra,la partita clou del girone, il Derby contro la prima in classifica, la blasonata Cerda ormai sicuramente promosso in prima categoria.
Due squadre a confronto una che lotta per la salvezza , una per la promozione.
Al Cerda manca un punto in due giornate ed al Calcio per Caltavuturo un punto ancora per la salvezza.
PRIMO TEMPO - squadra ben organizzata il Cerda , ma poche le conclusioni , forse dovute all’ottima prestazione del Caltavuturo carico di agonismo per guastare i festeggiamenti , ai numerosi sostenitori accorsi dal vicino paese di Cerda , che da tempo assapora la promozione in prima categoria , ma arrivata ai Play off , ha perso per due anni consecutivi, prima contro il Polizzi e poi con il Campofelice.
Il calcio per Caltavuturo alla fine del primo tempo per ben due volte , primo con Farella, poi con Tripi A. , ha rischiato di battere il portiere del Cerda a porta sguarnita , poi il nulla tecnicamente.
SECONDO TEMPO - il Cerda vuole fare sua la partita , l’unica occasione sprecata e di Mesi su punizione facilmente parata da Brucato , poi si rivede il Caltavuturo , che stringe i denti e contrasta bene la ostica avversaria.
All’ 80° l’Arbitro ammonisce Tripi A. prima uscendo il cartellino giallo e poi per somma di ammonizioni il Rosso , la partita tende a degenerarsi ma l’ottimo arbitro tiene a bada sino all’ultimo la partita e dopo la concessione di cinque minuti di recupero , arriva il triplice fischio finale sancendo il risultato sul pari.
Un equo pari vista la partita giocata da entrambe le squadre con ottima concentrazione e diciamolo pure con ottimo farplay, senza falli o ostruzionismi.
Il pari ritarda di una giornata i festeggiamenti, del Cerda ma accende in considerazione degli altri risultati la speranza al Caltavuturo.
Salvatore Sciortino

sabato 9 marzo 2013

Mostra fotografica "i virginieddi: tradizione, cultura e storia di Caltavuturo"


La Pro Loco "Phiale aurea" di Caltavuturo in occasione dei festeggiamenti del Santo Patriarca organizza la mostra fotografica dal titolo "I virginieddi: tradizione, cultura e storia di Caltavuturo".
La mostra, contenente circa 100 scatti che abbracciano più di 50 anni (1960-2012), è stata ideata con il fine di riportare alla memoria l'antica tradizione praticata a Caltavuturo di offrire, come ex voto, un pranzo a giovani e persone non sposate a gloria di S. Giuseppe.
L’obiettivo è quello di ritracciare la memoria di quanti nel passata hanno avuto la possibilità di sedersi alle cosiddette "tavolate" ma anche, e soprattutto, di tutti quei giovani che non conoscono affatto questa tradizione. Proprio per questo, non poteva mancare l'importante contributo dell'Istituto Comprensivo "G. Oddo" di Caltavuturo che ha coinvolto gli alunni attraverso percorsi tematici finalizzati alla conoscenza di questa tradizione producendo dei layout che saranno esposti al pubblico nella stessa location della mostra.
La mostra sarà inaugurata domenica 17 marzo 2013 alle ore 16,30 presso il caffè letterario Alter ego e rimarrà visitabile fino a martedì 19.
Antonino Granata
Pro Loco Caltavuturo

giovedì 7 marzo 2013

Big Bang Madonie Sicilia


Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa sulla costituzione dell’Associazione Big Bang Madonie Sicilia.
Giorno 9 marzo alle ore 18, presso la sala delle Capriate della Badia di via Roma a Castelbuono si terrà il primo incontro per la costituzione dell'Associazione Big-Bang MadonieSicilia.
E' disponibile on line un form di pre-adesione alla Associazione Big-Bang MadonieSicilia con il quale essere informati sulle attività.
L'Associazione Big-Bang MadonieSicilia nasce dalla libera volontà di uomini e donne che desiderano rinnovare la Politica italiana creando una rete di persone, di incontri e un proficuo scambio di opinioni. L'associazione vuole mettere in discussione l'idea di un paese rifugiato nel populismo o nel conservatorismo.
L'Associazione Big-Bang MadonieSicilia nasce a seguito della manifestazione nazionale Leopolda svoltasi a Firenze nel novembre del 2012.
L'Associazione nasce dalla convinzione che, in un momento di crisi di rappresentatività, eticità e produttività della politica nonché di profondo cambiamento della società italiana, nessuno possa decidere di restare alla finestra a guardare, ma che tutti si possa fare la nostra parte da cittadini attivi e decidere insieme in quale modello di Italia e - nello specifico - di territorio si vuol vivere.
L'Associazione opera su base volontaria ed è denominata Big-Bang MadonieSicilia. Trattasi di libera associazione senza scopo di lucro, ispirata ai valori fondamentali della Costituzione della Repubblica Italiana e ai principi di libertà, uguaglianza, solidarietà e pace.
L’associazione Big-Bang MadonieSicilia si ispira ai principi democratici, ha uno sguardo sulla società riformista e progressista e intende essere strumento di riflessione pubblica. Si prefigge di alimentare la discussione sui principali nodi delle sfide politiche e sui processi di governance territoriali promuovendo e realizzando iniziative politico-culturali.
Tra gli intenti: rafforzare la cultura dei diritti e dello Stato di Diritto, della laicità dello Stato e delle Istituzioni pubbliche; promuovere i temi connessi al rafforzamento dello sviluppo locale, della promozione dei territori con specificità culturali e paesaggistiche; divulgare e sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi dell'Euromediterraneo; diffondere le conoscenze e le buone pratiche in materia di sostenibilità ambientale nonché di tutela e di valorizzazione delle risorse naturali, agricole, forestali, ambientali e territoriali; diffondere i valori di uguaglianza tra i cittadini, di cooperazione internazionale e di ripudio della guerra; affermare il rispetto della libertà politica e religiosa e sostenere l'interculturalità e il riconoscimento dei diritti civili.
La Redazione