sabato 24 dicembre 2011

domenica 18 dicembre 2011

La Pro Loco “Phiale aurea” rinnova il proprio direttivo


Nell’assemblea di venerdì 16 dicembre 2011, i soci della Pro Loco “Phiale aurea” hanno eletto il nuovo Consiglio di Amministrazione che guiderà l’Associazione nei prossimi due anni.
Nell’ottica della continuità, promossa dal direttivo ancora in carica eletto nel 2009, si è fatto un escursus dei progetti e delle iniziative realizzate in questi due anni; un periodo sicuramente utile a rodare e consolidare un gruppo di lavoro, ma che non basta per esprimere il vero potenziale.
Per questo motivo, all’unanimità l’Assemblea dei soci ha deciso che l’Arch. Antonino Granata continui a guidare la Pro Loco “Phiale aurea” dall’alto della sua carica di Presidente, supportato da un nuovo CdA, giovane e responsabile, così composto: Antonino Granata (Presidente), Giuseppe Romana (Vice Presidente), Calogero Castellana (Segretario), Giuseppe Renna (Cassiere/Tesoriere), Gaetano Castellana e Antonino Musca (Consiglieri).
A questi sei componenti va aggiunto, per statuto, anche il Sindaco pro tempore del Comune di Caltavuturo.


Nella foto il nuovo CdA in carica, da sinistra: Giuseppe Renna, Giuseppe Romana, Calogero Castellana, Antonino Granata, Antonino Musca e Gaetano Castellana.

La Redazione di Terra Nova augura al nuovo direttivo Buon Lavoro per la crescita turistico-culturale a vantaggio dell’intera comunità caltavuturese.
La Redazione

mercoledì 14 dicembre 2011

Terra Nova n°12 dicembre 2011



Cliccate sulle immagini per ingrandirle.

Per soddisfare le richieste dei tanti nostri concittadini che vivono lontani da Caltavuturo, pubblichiamo il n° 12 dicembre 2011, del nostro giornale cartaceo.

La Redazione

martedì 13 dicembre 2011

Festività di Santa Lucia 2011


Nell'ambito delle festività in onore a Santa Lucia che si svolgeranno a Caltavuturo martedì 13 dicembre 2011, la Pro Loco "Phiale aurea", in collaborazione con la Parrocchia SS. Pietro e Paolo e con il Comune di Caltavuturo, distribuirà all’uscita di ogni Santa Messa un pieghevole informativo sulla tradizione della cuccìa e degli ucchiuzzi che vengono preparati dai devoti.
Lo sforzo della Pro Loco, come afferma il Presidente Arch. Antonino Granata, è quello di contribuire alla valorizzazione delle tradizioni caltavutururesi. Il pieghevole è il mezzo che meglio ci permette la divulgazione di una tradizione che a Caltavuturo ha radici lontane”.
Giuseppe Romana
Pro Loco Caltavuturo

venerdì 2 dicembre 2011

Piero Cirrito, un caltavuturese al vertice della Banca del Mezzogiorno


Riportiamo l’articolo di Antonella Sferruzza pubblicato ne Il Sud - Il Mezzogiorno al centro, un mensile di economia, politica e cultura che guarda con particolare attenzione al Mezzogiorno d’Italia.
Il neo ministro allo Sviluppo economico Corrado Passera lo ha annunciato un paio di giorni fa: la Banca del Mezzogiorno prenderà il via a gennaio. Dopo anni di chiacchiere il progetto di dotare il Sud Italia di una banca più attenta alle esigenze del territorio, sembra arrivare al traguardo. Non sono ancora chiarissimi i vantaggi che porterà questa nuova creatura alle pmi meridionali che vivono come un incubo la questione dell’accesso al credito. Ma una buona notizia, c’è. E sembra alquanto certa.
A guidarla, infatti, dovrebbe essere un siciliano doc, profondo conoscitore del sistema creditizio del Mezzogiorno d’Italia : Piero Cirrito, stimatissimo non solo per le sue competenze tecniche ma anche per la sua affabilità, il suo coraggio e per la sua limpidezza.
Classe 1953, nato a Caltavuturo, sorridente paese delle Madonie, Cirrito ha scalato le vette della carriera bancaria in Sicilia distinguendosi per professionalità e attenzione al tessuto produttivo dell’Isola. A Palermo, dove si è trasferito all’età di 5 anni con la famiglia, si laurea in giurisprudenza con una tesi (premonitrice), sulla validità degli accertamenti creditizi nelle procedure fallimentari.
Comincia giovanissimo la sua carriera bancaria al Banco di Sicilia prima sulle Madonie e poi nel capoluogo siciliano. Sarà sempre ai vertici nonostante il vorticoso avvicendamento, in 10 anni, di ben 6 direttori generali: Ottavio Salamone, Giacomo Perticone, Salvatore La Francesca, Cesare Caletti, Giuseppe Spatafora e poi di nuovo Cesare Caletti. E’ proprio in questo periodo che Cirrito percorre tutti i gradini della carriera che lo porterà a diventare direttore centrale del Banco. Da primo segretario nell’86 a funzionario nell’88, poi procuratore nel ’90, vicedirettore nel ’97 e direttore di sede nel ’98. Fino all’ultimo gradino, nel 2003, con la nomina, proprio all’indomani della ispezione di Banca d’Italia al Bds, a direttore centrale.
La carriera al Banco di Sicilia si conclude, per sua scelta, quando l’istituto di credito passa da Capitalia a Unicredit. A quel punto Cirrito decide di cambiare strada e passa al Credito Siciliano di cui è  vice direttore. Nei prossimi giorni si dovrebbe ufficializzare il passaggio al nuovo incarico.
Riguardo alla Banca del Mezzogiorno, l’Istituto, fortemente voluto a suo tempo dal ministro dell’Economia Giulio Tremonti, sarà una banca di secondo livello col compito di operare con la rete di banche e istituzioni che aderiscono all’iniziativa. Dovrà sostenere i vari progetti d’investimento nel meridione, promuovendo particolare il credito alle piccole e medie imprese, che saranno, secondo quanto risulta dal progetto relativo alla sua istituzione, le principali destinatarie della sua attività.
Per creare il nuovo istituto, le Poste di Sarmi (di cui è azionista il Tesoro, ovvero – oggi – lo stesso Monti) ha acquistato in agosto da Unicredit il Mediocredito Centrale (per 136 milioni), al quale ha subito cambiato nome in Banca del Mezzogiorno. Lo stesso Sarmi ha assunto la presidenza, mentre ad è l’ex numero uno di Antonveneta, Piero Luigi Montani, che qualche anno fa balzò sulle cronache dei giornali come il manager «più pagato del Veneto». L’investimento in strutture è minimo, perchè gli sportelli si appoggeranno a quelli postali («basta una vetrofania e una scrivania»). All’avvio saranno 250 nelle otto regioni del Sud, isole comprese, per puntare, a regime, a una capillarità fatta di 4mila punti posta-banca”.
La Redazione

mercoledì 30 novembre 2011

Il gruppo “Gazzara” di Caltavuturo riconosciuto come gruppo folk di interesse nazionale


Il gruppo folk “Gazzara” di Caltavuturo, accompagnato dal Sindaco, Calogero Lanza, ha partecipato a Fiuggi al Concorso nazionale per gruppi folk promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e si è classificato al 4° posto. Alla kermesse nazionale, inserita nell’ambito delle celebrazioni per il "150° anniversario dell’Unità d’Italia", hanno preso parte 45 gruppi che hanno rappresentato sia aspetti storici che culturali dell’Unità d’Italia.
L’Associazione, che ha ottenuto il riconoscimento di gruppo folk di interesse nazionale, è già a lavoro per presentare in occasione delle festività natalizie lo spettacolo “Viaggio a Betlemme”.
Giuseppe Romana


In alto la foto di Rosolino Prinzivalli con alzati, da sinistra: Castellana Gaetano, Battaglia Laura, Fontana Maria Chiara, Giambrone Eleonora, Ruggirello Antonella, Cuccia Rita, Cosentino Vanessa, Porretta Silvia, Porretta Chiara, Monteleone Antonella, Ruggirello Maria, Guggino Valeria, Schillaci Simona, Romana Silvia, Fazio Jessica, Muscarella Francesca, Audino Roberta, Renna Ausilia, Calvagna Manuela, Moro Lorenza, Gennuso Gaia, Carollo Luisa, Austaro Mario, Vazzano Agnese, Quagliana Soccorsa, Internullo Giuseppina, Lanza Calogero (Sindaco di Caltavuturo).
Accosciati, da sinistra: Giambrone Marco, Failla Sandro, Ippolito Carlo, Giuffrè Giuseppe, Di Stefano Vincenzo, Rizzitello Nicola, Rini Gabriele, Vazzano Sandro, Giannopolo Giuseppe, Castellana Calogero, Grecomoro Giuseppe, Renna Claudio, Andolina Michele, Vazzano Egidio, Vazzano Sandro Mattia, Valenza Marco, Polizzi Marco, Vazzano Rosario, Romana Giancarlo, Sciortino Giuseppe, Guarnieri Emanuele, Guarnieri Gianluca, Vazzano Pierfrancesco.

lunedì 28 novembre 2011

VERBUMCAUDO: OCCASIONE DI SVILUPPO E DI AFFRANCAMENTO PER I MADONITI



L'iniziativa del circolo Arci 20 GENNAIO di sabato 26 novembre 2011, sulla presentazione del libro di Dino Paternostro PLACIDO RIZZOTTO. ALLE RADICI DELL'ANTIMAFIA SOCIALE A CORLEONE E IN SICILIA, è stata l'occasione per riparlare della questione del Feudo Verbumcaudo e come afferma il Presidente Nino Musca, a nome del Circolo Arci e dell'unico presidio di Libera sulle Madonie vogliamo rilanciare un appello a tutte le Amministrazioni delle Madonie, le quali ancora non hanno ratificato la loro posizione nel Consorzio Sviluppo e Legalita delle Madonie. Proprio recentemente il feudo Verbumcaudo, dopo tante controversie, è stato affidato alla Regione Siciliana, la quale verrà girato al Consorzio Sviluppo e Legalità di Corleone. Per noi questo è inaccettabile. La gestione del feudo Verbumcaudo da parte del territorio madonità, può essere uno strumento di riscatto morale e materiale e di affrancamento di tutto un territorio, e l'occasione per creare sviluppo e occupazione, con l'inserimento lavorativo di alcuni soggetti svantaggiati ispirandosi sempre ai principi di solidarietà e legalità. Per questo noi chiediamo che si istituisca subito un bando pubblico per la creazione di una cooperativa che dia subito delle risposte e che dia lavoro a giovani del comprensorio madonita e che offra a questi la possibilità di restare nella propria terra, contribuendo a farla crescere e progredire.
La Redazione

mercoledì 23 novembre 2011

VERSO IL 20 GENNAIO_INIZIATIVA DEL CIRCOLO ARCI “20 GENNAIO”


IL CIRCOLO ARCI “20 GENNAIO” DI CALTAVUTURO, L’ANPI PALERMO E LA CAMERA DEL LAVORO DI CALTAVUTURO ORGANIZZANO SABATO 26 NOVEMBRE 2011 ALLE ORE 18, PRESSO LA SEDE DEL CIRCOLO ARCI “20 GENNAIO” DI CALTAVUTURO LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI DINO PATERNOSTRO: Placido Rizzotto, Alle radici dell’antimafia sociale a Corleone e in Sicilia.
Presidente Circolo Arci “20 gennaio”
Caltavuturo

venerdì 18 novembre 2011

Terra Nova n°11 novembre 2011



Cliccate sulle immagini per ingrandirle.

Per soddisfare le richieste dei tanti nostri concittadini che vivono lontani da Caltavuturo, pubblichiamo il n° 11 novembre 2011, del nostro giornale cartaceo.

La Redazione

giovedì 17 novembre 2011

Eventi in Veneto e Sicilia con Alessandro Ploner, campione del mondo di deltaplano


Il pilota di deltaplano Alessandro Ploner, 35 anni di San Cassiano (Bolzano), quattro titoli mondiali e due italiani, pluri campione nazionale di motoslitta e maestro di sci nella vita, sarà il protagonista di due appuntamenti agli estremi della penisola.
Sabato 26 novembre, ore 19, presso Alpstation (Montura) a Bassano del Grappa (Vicenza), Ploner è stato invitato dall'Aero Club Montegrappa e Alpstation a raccontare e svelare i segreti della sua strabiliante carriera: tecniche, preparazione, motivazione e dettagli tecnici per mettere a punto l'attrezzatura prima di affrontare il cielo in volo senza motore.
La serata, limitata a soli 100 partecipanti, sarà preceduta da un rinfresco offerto da AlpStation e dall'Aero Club Montegrappa, una delle più importanti associazioni di piloti di deltaplano e parapendio in Italia con centinaia di soci.
Al Teatro Metropolitan di Catania, lunedì 28 novembre ore 20,30, ad Alessandro Ploner sarà consegnato un importante riconoscimento da parte della Fondazione Angelo D'Arrigo.
Si tratta del premio omonimo, giunto quest'anno alla quinta edizione e che porta il nome di un altro grande del volo prematuramente scomparso nel 2006.
D'Arrigo fu pilota di deltaplano e etologo di fama internazionale. Compì imprese straordinarie volando sul deserto del Sahara seguendo la rotta dei falchi migratori, guidando lungo la Siberia uno stormo di gru per reintrodurle nel loro habitat naturale, sorvolando le vette dell'Everest e dell'Aconcagua.
In passato il riconoscimento è stato assegnato a Simona Atzori, a Piero Angela, a Margherita Hack ed a Pietro Mennea. Lo spettacolo vedrà alternarsi sul palco artisti come Angelo Branduardi e la cantautrice Giana Guaiana con i Lautari, mentre la storica compagnia dei fratelli Napoli presenterà un progetto teatrale volto a consacrare la figura di Angelo D'Arrigo quale nuovo pupo siciliano nel leggendario universo delle marionette.
Il ricavato della vendita dei biglietti sarà utilizzato per i progetti di solidarietà della Fondazione D'Arrigo, guidata da Laura Mancuso. Quelli realizzati negli ultimi anni, la costruzione di un asilo nido e di una postazione medica nel piccolo villaggio di Paccarectambo in Perù, ricordano la imprese e gli ideali di Angelo.
Gustavo Vitali

martedì 15 novembre 2011

6° Sagra del fungo di ferla di Caltavuturo


Pubblichiamo il Programma della 6° Sagra del fungo di ferla che si svolgerà a Caltavuturo il 18-19-20 novembre 2011.


domenica 13 novembre 2011

Nasce "ARCI NEWS" il nuovo videogiornale del circolo Arci “20 gennaio”



L'Arci "20 Gennaio" di Caltavuturo annuncia che, oltre alle innumerevoli iniziative che abbiamo in cantiere per i prossimi mesi, darà vita ad una TV on line sul canale youtube del circolo. Manderemo in onda ogni mese la puntata con servizi riguardanti vari settori, politica, amministrazione, ambiente, musica, sociale e sport; per questo chiediamo a tutti i ragazzi interessati, di fornirci la disponibilità a partecipare con noi, come "reporter", a questo originale progetto!
Da dicembre "arci news" sbarca sui vostri computer, iphone, ipad e chi più ne ha più ne metta! La politica é bella, ma é anche una cosa seria, e se fatta con giovani idee é ancora più bella! Arcinews!
Potete seguire le nostre dirette dal nostro canale youtube http://www.youtube.com/user/arcicaltavuturo
Nel frattempo stiamo elaborando un programma di iniziative del mese di dicembre - gennaio, prossimamente vi daremo maggiori informazioni....
PERCHE', LA POLITICA E' BELLA SE E' FATTA CON IL CUORE E CON AMORE.
P.S. - In allegato trovare il video promozionale del nostro videogiornale

La conferenza sui fasci siciliani di Caltavuturo



Il comitato “Le Due Sicilie” in collaborazione con il Comune di Caltavuturo, organizza giovedì 24 novembre 2011 alle ore 11,00 presso il Museo Civico “Don Giuseppe Guarnieri” di Caltavuturo la Conferenza sui Fasci Siciliani e sugli eccidi commessi dai Savoia.
Alla conferenza sarà presente lo storico – scrittore Cap. Antonio Ciano.
La Redazione

giovedì 10 novembre 2011

Il gruppo "Gazzara" al Concorso nazionale per gruppi folclorici 2011



Il gruppo folk “Gazzara” di Caltavuturo, parteciperà al Concorso nazionale per gruppi folclorici promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e inserito nell’ambito delle celebrazioni per il "150° anniversario dell’Unità d’Italia".
Alla manifestazione prenderanno parte 45 gruppi provenienti da tutt’Italia che presenteranno il proprio programma artistico-culturale su uno o più aspetti della storia della nazione.
Il gruppo “Gazzara” si esibirà al Teatro Comunale di Fiuggi sabato 12 novembre 2011, alle ore 15:00 e proporrà lo spettacolo dal titolo: 1, 10, 150… Italia; un mix di aspetti storico-culturali che bene inquadrano la Sicilia della seconda metà del XIX secolo.
Partecipare per ben figurare il motto dei ragazzi del gruppo che condividono le parole del presidente – Gaetano Castellana – il quale afferma che la presenza alla kermesse nazionale è un momento di verifica oltre che un punto di partenza per il raggiungimento di nuovi traguardi.
Promuovere il paese e valorizzare aspetti storico-locali i punti che hanno spinto la Pro loco “Phiale aurea” a stimolare l’Associazione per l’iscrizione al concorso.
Un iniziativa lodevole afferma il sindaco di Caltavuturo – Calogero Lanza – che vede i ragazzi mettersi in gioco per ben rappresentare il paese. Coniugare musica, storia e cultura significa mantenere vive le radici e valorizzare il senso di appartenenza alla propria comunità.
Il gruppo, accompagnato dal sindaco prima di rientrare a Caltavuturo, si trasferirà a Roma per una visita turistica che arricchisca il bagaglio culturale di numerosi ragazzi che per la prima volta vanno in tournée.
Giuseppe Romana
Pro Loco Caltavuturo

venerdì 28 ottobre 2011

Il Comitato “per l'apertura del palazzetto dello sport”


Domenica 23 ottobre 2011 presso i locali “fratello sole” di Caltavuturo, si è costituito il comitato cittadino per l'apertura del palazzetto dello sport.
Un’iniziativa - come spiega Emanuele Muscarella, Presidente del Forum giovani - promossa dal Forum giovanile su invito di alcune associazioni sportive e non che ha come obiettivo quello di accendere i riflettori sullo stallo burocratico che blocca la possibilità di poter usufruire della struttura sportiva di C.da Serra.
Il comitato carico di spirito propositivo, libero e responsabile, si metterà sin da subito a lavoro. Le adesioni al comitato sono ancora aperte.
La Redazione

sabato 22 ottobre 2011

BUONO CULTURA PER GLI STUDENTI UNIVERSITARI DI CALTAVUTURO


Attraverso un bando pubblicato ieri, il Comune di Caltavuturo ha aperto i termini per la presentazione delle istanze per la concessione del “buono cultura” riservato agli studenti universitari regolarmente iscritti a lauree triennali, magistrali o specialistiche. Il “buono cultura” prevede il rimborso per l’acquisto di materiale didattico, multimediale, cartaceo, per l’acquisto di libri universitari ed inoltre prevede il rimborso di abbonamenti che si riferiscono ad attività culturali quali teatro, cinema e rassegne musicali.
“Questo mezzo fa capire come la nostra attività amministrativa sia vicina, anzi vicinissima ai giovani di Caltavuturo e specialmente a quella fascia di ragazzi che affrontano la già difficile vita universitaria”. Ad affermarlo è Massimiliano Cerra, Assessore alle Politiche Giovanili ed alla Cultura. “Il buono cultura” - continua Cerra - “è un’idea originale ed utile che serve a dare una piccola mano a chi studia e vuole studiare, a chi studiando ama il teatro, il cinema e la musica. Una piccola mano per dirgli che non è solo. Siamo ulteriormente soddisfatti perché l’intero iter, dall’elaborazione dell’idea alla realizzazione, è stato un percorso sinergico e sincero con i giovani della nostra comunità.”
Il “buono cultura” verrà assegnato ai soggetti collocati utilmente in graduatoria redatta sulla scorta dei criteri stabiliti nel regolamento ed avrà validità a partire dai primi di dicembre per tutto l’anno accademico. I punteggi assegnati terranno conto del merito, da zero ad otto punti, e del reddito familiare, da zero a quattro punti, per un totale massimo di dodici punti.
Anche Calogero Lanza, Sindaco di Caltavuturo, si ritiene soddisfatto e ci tiene a precisare che “l’istituzione del buono cultura si incastra nella programmazione culturale dell’Amministrazione. Importante è, inoltre - continua il Sindaco - rilevare come il buono cultura consentente di dare un aiuto ai ragazzi che hanno fasce reddituali più basse ma che hanno un alto merito nello studio universitario, in un momento particolare, sociale ed economico, che viviamo”.
Il presidente del Forum Giovanile, Emanuele Muscarella, commenta con entusiasmo la pubblicazione dell’avviso: “è un importante traguardo che il forum giovani ha raggiunto insieme a tutta la comunità – afferma Muscarella – per la prima volta un intero regolamento è stato scritto dai ragazzi ed è stato approvato consentendo questo piccolo passo, ma grande nello stesso tempo, verso la difesa e la proposta di una visione della società basata sul merito e sulla cultura”.
Agli aventi diritto sarà assegnato, per l’anno accademico 2011/2012 un contributo di duecento euro. Le domande redatte su apposito modulo devono essere presentate entro il 21 novembre 2011 ed il suddetto modulo può essere ritirato presso l’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Caltavuturo o scaricato, insieme all’avviso e al regolamento, dal sito ufficiale istituzionale www.comune.caltavuturo.pa.it
La Redazione

sabato 15 ottobre 2011

Il Corteo storico a Roccapalumba



Domenica 16 ottobre 2011 alle ore 15.00, una delegazione della Pro Loco "Phiale aurea", in rappresentanza dell'intera comunità caltavuturese parteciperà al Corteo storico "Nobili casati del Regno di Sicilia" organizzato a Roccapalumba (PA) nell'ambito della XII Sagra del Ficodindia.
Questa partecipazione – come afferma l’Arch. Nino Granata, Presidente della Pro Loco – inusuale nel suo genere per noi caltavuturesi, onora e premia la Pro Loco per il suo impegno nell'attività storico-promozionale sin qui portato avanti a Caltavuturo. Nello specifico, trattandosi di un corteo storico rievocativo é stato eseguito uno studio sulle famiglie nobiliari che hanno segnato il nostro territorio e riconoscendo alla coppia Sigismondo De Luna e Beatrice Rosso Spatafora un ruolo chiave a partire dal 1477” (congiungimento tra due nobili casate, inizio dello spostamento da Terravecchia all'attuale sito a valle, ecc...).
La famosa coppia nobiliare, grazie alla Pro Loco, per un pomeriggio rivivrà i prestigiosi fasti passati, attraverso abiti dell'epoca ma anche grazie a Giuseppe Renna e Chiara Martinello, due volenterosi soci della Pro Loco, che hanno dato la disponibilità ad immedesimarsi in tale ruolo per la sfilata.
La coppia nobiliare – continua l’Arch. Granata – sarà accompagnata dal gonfalone del Comune di Caltavuturo, mentre va sottolineato che la nostra partecipazione al corteo è a totale carico economico della Pro Loco (noleggio abiti d'epoca, trasferta, vitto, ecc...) ritenendo che questo nostro impegno rientri nell'ambito della promozione turistica del nostro paese”.
Giuseppe Romana
Pro Loco Caltavuturo

venerdì 14 ottobre 2011

Terra Nova n°10 ottobre 2011



Cliccate sulle immagini per ingrandirle.

Per soddisfare le richieste dei tanti nostri concittadini che vivono lontani da Caltavuturo, pubblichiamo il n° 10 ottobre 2011, del nostro giornale cartaceo.

La Redazione

martedì 11 ottobre 2011

Real Vuturo: aperte le iscrizioni per la stagione 2011_2012




L' A.S.D. Real Vuturo apre le iscrizioni per la stagione 2011/2012 per poter svolgere sport come il basket e la pallavolo! Tutti i ragazzi e ragazze a cominciare dai 6 anni possono iscriversi.
"Abbiamo intenzione di creare squadre sia maschili che femminili di varie età per entrambi gli sport. Abbiamo a disposizione professionisti del settore che guideranno i ragazzi sin dai primi passi" dichiara il Presidente Inguaggiato.
In attesa dell'apertura del palazzetto dello sport, abbiamo ricevuto l'autorizzazione da parte del Preside di tenere gli allenamenti nella palestra della scuola. Ringraziamo vivamente l'Amministrazione Comunale e il Preside prof. Cangiamila.
Per informazioni potete contattare Antonino Inguaggiato 389.9707760, Emanuele Muscarella 329.0813835, Giuseppe Renna 328.1085799, o visitare il sito: http://realvuturo.blogspot.com/
Emanuele Muscarella

martedì 4 ottobre 2011

La parodia siciliana di Danza Kuduro


Pubblichiamo il video della parodia, in chiave siciliana, del videoclip "Danza Kuduro" di Don Omar & Lucenzo che in questi giorni spopola su YouTube realizzato da Nicolò Piccione della Pigeon Pictures.
Buona visione!

Giuseppe Romana

lunedì 3 ottobre 2011

Indignados di Sicilia

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato inviatoci da un gruppo di indignados siciliani. Buona lettura.
“Prima di finire come la Grecia. Prima di continuare a fare la figura dei pecoroni. Prima di tutto per dire basta. Prima di ogni cosa vogliamo giustizia. Prima di tutto cancelliamo i privilegi.
Siamo indignati, perché mentre tutto il mondo è chiamato a fare sacrifici per superare la crisi, la Regione siciliana continua a erogare stipendi d’oro ai suoi dipendenti.
Siamo indignati, perché la Regione siciliana è costretta a indebitarsi per pagare stipendi da favola a migliaia di dipendenti di cui potrebbe far a meno.
Siamo indignati, perché mentre migliaia di lavoratori perdono il posto di lavoro, i dipendenti della Regione siciliana percepiscono stipendi molto alti.
Siamo indignati, perché i regionali godono di un trattamento privilegiato rispetto ai dipendenti statali. Non è giusto che si tolgano soldi agli statali, mediante la tassa regionale, per continuare a pagare stipendi regionali da favola.
Siamo indignati, perché dinanzi a questa vergogna siciliana nessun partito politico ha il coraggio di dire basta a questo stato di cose.
Saremo indignati, fino a quando i dipendenti regionali non saranno equiparati ai dipendenti statali.
Manifesteremo a Palermo, davanti alla sede della Regione, la nostra indignazione, in una data che verrà stabilita”.
La Redazione

domenica 2 ottobre 2011

FINANZIATO DALLA REGIONE IL PROGETTO DELLA SEZIONE ARCHEOLOGICA DI CALTAVUTURO


Caltavuturo avrà presto nel suo Museo civico la sezione archeologica. Il 27 settembre scorso è stato notificato all'Amministrazione comunale, da parte dell'Assessorato Regionale ai Beni Culturali, l'avviso di decreto per il finanziamento, pari a 12.000 euro, per la realizzazione della mostra archeologica permanente nel Comune madonita. I reperti, ritrovati prevalentemente nel sito archeologico di Monte Riparato e nei siti periferici al territorio caltavuturese, verranno esposti non appena la Soprintendenza e il Parco Archeologico dell'Himera avranno completato lo studio scientifico e la catalogazione.
"E' una notizia importantissima che premia il lavoro svolto in questo settore da parte dell'Amministrazione comunale" - ad affermalo è l'Assessore alla Cultura Massimiliano Cerra, che continua "da anni si è lavorato per il raggiungimento di questo obiettivo e nell'ultimo anno abbiamo cercato di imprimere una notevole accelerazione per concretizzare tale idea in stretta collaborazione con l'Assessorato regionale che ringraziamo nella persona dell'Assessore Missineo; adesso possiamo affermare che l'importante patrimonio culturale ed archeologico che Caltavuturo possiede ritornerà a casa, così da essere ammirato da un pubblico ancora più vasto.
Vorrei dichiarare - continua Cerra - l'assoluta disponibilità e l'assoluta prontezza nel ricevere in consegna la Phiale aurea trovata a Monte Riparato; piatto in cui con orgoglio ci riconosciamo e di cui rivendichiamo con serenità l'appartenenza. Attendiamo con ansia la relazione scientifica della Soprintendenza e del Parco Archeologico".
La sezione dedicata alla storia di Caltavuturo, quindi, dovrebbe nascere all'interno del Museo Civico "Don Giuseppe Guarnieri" già sede di numerose esposizioni di arte moderna, di pittura e di archeologia, di quest'ultima si ricorda "memorie dalla terra" inaugurata nel 2007.
Oltre alla sezione dedicata al periodo ellenistico, è in fase di studio nello stesso progetto, anche la parte relativa all'arte e ai costumi medievali. Caltavuturo ha vissuto un periodo importante nel basso medioevo con l'insediamento di "Terra Vecchia". In fine, proprio nella direzione della valorizzazione di questi presidi di cultura, il Comune ha partecipato al bando regionale, in convenzione con la Sosvima per il potenziamento della rete museale Cefalù - Termini - Madonie.
La Redazione